Home Page » Area Stampa » Agenda » Archivio Convegni » 37° Convegno nazionale delle Caritas diocesane » Il percorso di incontro con le Caritas Diocesane 
Il percorso di incontro con le Caritas Diocesane   versione testuale
 
Regioni Ecclesiastiche ItaliaIncontri in tutte e sedici le Regioni ecclesiastiche, che hanno visto la presenza di quasi 190 Caritas diocesane ed altrettanti Direttori ed équipe diocesane. Tra gennaio e marzo sono stati questi i numeri del percorso di incontro di Caritas Italiana, rappresentata dal suo Direttore, don Francesco Soddu, con le Delegazioni regionali delle Caritas in Italia.
 
In ogni incontro il punto di partenza è stata la relazione del Direttore “Con il Vangelo nelle periferie esistenziali”, che introduceva le tematiche che saranno approfondite all’interno del Convegno nazionale delle Caritas diocesane del 31 marzo – 3 aprile 2014 a Cagliari.
 
«Il magistero di Papa Francesco – ha scritto don Francesco Soddu - ci sta interpellando in maniera sempre più puntuale, direi quasi incalzante, riguardo alla costante verifica che come battezzati e come comunità cristiana dobbiamo affrontare per essere credibili in questo tempo, di fronte alle nuove sfide a cui andiamo incontro e che, di conseguenza ci pongono degli interrogativi». Nel corso del suo ragionamento venivano presentati degli spunti per il confronto, che prendono ispirazione da uno sguardo rivolto a diversi ambiti: mondo ecclesiale; il sociale; il lavoro comune delle Caritas diocesane, uno sguardo europeo e internazionale, lo stile di chi ha compiti di responsabilità negli organi direttivi delle Caritas.
 
Ogni Delegazione ha poi scelto di approfondire alcune tematiche specifiche, legate al proprio contesto sociale e all’impegno delle sue Caritas diocesane. E’ emersa così una mappa dei bisogni che quotidianamente esse si trovano ad affrontare, ma anche la ricchezza delle risposte e degli interventi rivolti alle persone da parte della comunità ecclesiale. Dalla questione delle povertà e dello spopolamento delle aree montane dell’Abruzzo-Molise, alle tematiche dell’accoglienza dei profughi in Sicilia, all’azione nelle situazione di emergenza del Piemonte-Valle d’Aosta ed Emilia Romagna, agli interventi “anti-crisi” del Triveneto, Toscana, Puglia e Basilicata, al coinvolgimento nella partecipazione alla prossima EXPO 2015 della Lombardia, solo per citare alcuni dei temi proposti ed affrontati dalle Delegazioni regionali, la cui sintesi farò da punto di partenza del Convegno nazionale di Cagliari.