Algeria   versione testuale

L’Algeria, dalla sua indipendenza, ha vissuto un lunghissimo periodo di instabilità politica culminata negli anni ‘90 con una crisi interna  che ha causato oltre 100.000 vittime. Tra questi anche i sette monaci di Tibhrine ed altri esponenti della Chiesa cattolica che furono assassinati in quel periodo.
  
La Chiesa cattolica in Algeria è di dimensioni molto ridotte essendo la popolazione di religione musulmana per oltre il 99%. E’ presente tuttavia  la Caritas Algeria, unica struttura collegata alla Chiesa ufficialmente riconosciuta dallo Stato. La Caritas opera principalmente in ambito educativo e in favore di fasce particolarmente svantaggiate come i migranti.

Caritas Italiana è impegnata nel paese sul fronte della mobilità umana. In particolare, nell’ambito della campagna “Liberi di partire, liberi di restare” della Conferenza Episcopale Italiana, collabora con Caritas Algeria nella realizzazione di un progetto triennale che prosegue per il 2022 in favore dei migranti presenti nel paese e comunità locali ospitanti. 

Caritas Interviene nel paese anche attraverso microprogetti di sviluppo.
   


Per ulteriori informazioni
Ufficio Medio Oriente e Nord Africa (Area Internazionale), mona@caritas.it

Come contribuire
Chi vuole sostenere gli interventi di Caritas Italiana (causale: "Algeria")
può versare il proprio contributo tramite.