19 Ottobre 2009

Nell’occhio del ciclone (2009)

È stata presentata a Roma, venerdì 16 gennaio 2009, la terza ricerca sui “Conflitti dimenticati”, dal titolo “Nell’occhio del ciclone”. Il lavoro, curato da Caritas Italiana, in collaborazione con il settimanale “Famiglia Cristiana” e il quindicinale “Il Regno”, approfondisce in particolare il legame tra conflittualità armata organizzata e degrado ambientale, tra povertà e cambiamenti climatici.

Questo nuovo lavoro di di analisi, approfondisce il rapporto tra conflittualità armata organizzata e degrado ambientale, tra povertà e cambia menti climatici, realtà sempre più
interconnesse.  Il  testo si suddivide in tre parti. La prima, compilativa, accosta una presentazione dei nuovi fenomeni di povertà nel mondo ai concetti di vulnerabilità e tutela e a un approfondimento specifico sul tema dei conflitti ambientali. La seconda parte è dedicata a un’indagine quali-quantitativa, che analizza tre anni e mezzo di lavoro dei media italiani, europei e internazionali nel settore “esteri”, concentrandosi sul linguaggio e sull’approccio ai temi della povertà internazionale, della giustizia sociale, della salvaguardia del creato.

Infine, la terza parte è dedicata all’analisi dei nodi, talvolta anche dei dilemmi, che affliggono i soccorritori, il cosiddetto mondo dell’umanitario, per trasformarsi poi in proposta, in racconto di esperienze e in orientamenti conclusivi. Il tutto arricchito da grafici e tabelle, didascalie e note, che rendono il saggio accessibile a tutti, fermo restando l’approccio scientifico.

La ricerca segue quella pubblicata nel 2003, dedicata a “I conflitti dimenticati“, e quella realizzata nel 2005, dal titolo “Guerre alla finestra“. Qui puoi scaricare il sondaggio realizzato da Famiglia Cristiana, e a questo link l’articolo di presentazione su “Italia Caritas”.

Aggiornato il 21 Ottobre 2022